Blog

Guidare con il vento: come evitare situazioni pericolose

La guida in condizioni di vento forte nasconde insidie sottovalutate, in cui l’efficienza del veicolo e l’attenzione dell’autista devono essere al massimo.

Con il peggioramento delle condizioni climatiche degli ultimi anni, è sempre più probabile trovarsi nelle condizioni di guidare in presenza di forte vento, oltre che di pioggia.

Rispetto alla pioggia, che altera anche le condizioni dell’asfalto, il vento viene sottovalutato perché non visibile, o perché si crede che basti dare un po’ di gas in più per vincere la resistenza all’avanzamento. Nulla di più sbagliato: questa teoria potrebbe essere vera nel caso di vento contrario, ma il nostro nemico invisibile a cui fare attenzione è il vento laterale.

Non è un caso che le protezioni civili locali attualmente diramino “allerte meteo” anche per possibili disagi a causa del vento, i quali possono manifestarsi soprattutto alla guida di auto o ancor più in moto.

Oggi si hanno i mezzi per sapere preventivamente se sia il caso di affrontare la guida in condizioni di cattivo tempo, come pioggia o forti raffiche di vento, grazie alle applicazioni presenti sul proprio smartphone.

 

Nel caso però ci si trovi con la stretta necessità di mettersi a guidare con il  vento, è bene valutare due aspetti principali:

  1. STATO DI EFFICIENZA DEL VEICOLO:
    1. Parabrezza in ordine e pulito da tergicristalli non usurati
    2. Eventuali portabagagli o altro tipo di carichi sopra il tetto della vettura devono essere rimossi per abbassare il baricentro e diminuire l’effetto vela.
    3. pneumatici in buono stato, i nostri migliori alleati in queste condizioni in cui l’aderenza è ridotta.
  2. STATO DI ATTENZIONE DELL’AUTISTA
    1. E’ consigliato uno stato fisico riposato e in forma per rispondere con tempismo alle sollecitazioni del vento. Nel caso ci si ritrovi in queste condizioni durante un viaggio, è consigliabile una sosta, magari in autogrill o in una zona riparata.
    2. Controllare la presenza lungo la strada del segnale di pericolo37 del codice della strada: è il classico segnale di pericolo triangolare con sfondo bianco e bordo rosso con sopra rappresentata una manica a vento, le quali possono essere anche presenti realmente per segnalare la direzione del vento.
    3. Tenere le mani salde sul volante, soprattutto sui viadotti e alle uscite delle gallerie, in cui possono arrivare raffiche improvvise che possono anche cambiare la traiettoria.
    4. Adottare un’andatura costante e moderata, evitando sorpassi e manovre brusche, aumentando la distanza di sicurezza col veicolo che ci precede.
    5. Valutare con cognizione l’utilità di abbassare o alzare i finestrini, facendo attenzione che il vento non faccia volare all’esterno oggetti presenti nell’abitacolo, che possono causare intralcio alla guida di chi ci segue.

Anche se questi consigli possono essere generalmente utili in tutte le condizioni, non bisognerebbe sottovalutarle, tenendo presente che gli pneumatici sono l’unico nostro punto di contatto tra l’auto (o la moto) e l’asfalto: ciò significa che la nostra incolumità durante la guida con il vento dipende soprattutto dal loro stato, per questo devono essere controllati periodicamente da se stessi con coscienza o preferibilmente da personale specializzato, provvedendo alla loro sostituzione per tempo.

Nel caso si abbia dei dubbi sull’affidabilità del proprio veicolo, prima di mettersi alla guida con il vento, Jonica pneumatici Taranto si trova in VIALE MAGNA GRECIA 352/4, garantisce assistenza su pneumatici di alta qualità e ti guida nella scelta dei pneumatici migliori e ideali per la tua vettura.

Hai bisogno di ulteriori consigli per la tua auto? Contattaci.

Sono al corrente che i miei dati verranno trattati nel totale rispetto della mia privacy, come riportati nel Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

222 Visitatori

honda hornet

Honda Hornet: la naked per tutti

La Honda Hornet, soprattutto nella versione 600cc, rappresenta la semplicità e l’economicità d’uso e manutenzione, come per il cambio dei pneumatici.


La Honda Hornet è la risposta più immediata alla classica domanda: “sono un neofita motociclista, vorrei una moto con un po’ di cavalli ma che sia anche comoda per andare in ufficio tutti i giorni”.
Questo perché, a parte la scheda tecnica, la caratteristica principale della Honda Hornet si può riassumere nella parola “ecletticità”, si tratta quindi di una moto adatta un po’ a tutto e questa è una delle ragioni per cui è molto venduta in tutto il mondo.

Per capire questa popolarità tra gli appassionati, bisogna tornare indietro nel 1998, anno in cui dal Sol Levante, la Honda presentò al mondo questo modello di moto naked, basata su una moto prodotta in Giappone e chiamata CB250F, con una cilindrata di 600cc e con il nome di CB600F per il mercato nordamericano e Hornet per quello europeo.

Dal 1998 al 2006, venne prodotta la serie che è più rimasta nel cuore degli appassionati: quella che tutti chiamano la Hornet a carburatore, oltre ad essere contraddistinta dal famoso faro tondo. Questo sistema di alimentazione conferiva al motore quattro cilindri un suono appagante e un’erogazione rotonda che consentiva di sfruttare gran parte dei giri motore con una coppia costante e mai improvvisa, in modo da poter sfruttare la moto in tranquillità e agilità nelle zone urbane ma che grazie alla potenza di 96 cavalli forniva uno spunto notevole quando richiesto.

honda hornet blu

Di Arpingstone – Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=75241

Dal 2007 è entrata in produzione una nuova serie della Honda Hornet che ha presentato delle modifiche sostanziali, seppur mantenendo lo spirito originale di moto tutto-fare:

  • il motore viene derivato dalla sportiva Honda CBR600RR del 2007, mantenendo sempre la cilindrata di 600cc e una potenza non eccessiva ma adeguata di 102 cavalli.
  • l’alimentazione a carburatore viene sostituita da un sistema di iniezione elettronica, il quale fa perdere alla moto quel fascino del caratteristico rombo, ma mantiene l’erogazione morbida e regolare.
  • Il telaio in acciaio della vecchia serie, considerato uno dei punti deboli rispetto alle altre naked, è stato sostituito da un telaio in alluminio più rigido e leggero del precedente.
  • Il faro perde la caratteristica forma tonda, per una forma più allungata contornata da una carena a forma di ala come lo stemma della casa costruttrice.
  • Nelle ultime versioni inoltre, sono stati sostituiti in alluminio anche i cerchi e il forcellone ed è stato introdotto il sistema ABS su richiesta, con un nuovo sistema frenante per aumentare la sicurezza

Anche se sono passati ormai 22 anni dal lancio della prima serie, la Honda Hornet continua ad essere una moto molto apprezzata e venduta anche nel mercato dell’usato, grazie al suo prezzo economico e alla sua facilità di utilizzo e di manutenzione, come per il cambio dei pneumatici per i quali ci si può far consigliare dai tecnici preparati di Jonica Pneumatici.

Jonica pneumatici Taranto si trova in Viale Magna Grecia 352/4, garantisce assistenza su pneumatici di alta qualità e ti guida nella scelta dei pneumatici migliori e ideali per la tua moto.

205 Visitatori

Quando sostituire la batteria dell’auto

L’automobile si sa, ha bisogno di frequenti attenzioni per poter garantire il suo corretto funzionamento: una di queste è la sostituzione periodica della batteria.

Leggi di più “Quando sostituire la batteria dell’auto”

Obbligo dei pneumatici invernali: una guida semplice

Dal 15 novembre al 15 aprile in tutta Italia scatta l’obbligo dei pneumatici invernali o delle catene a bordo.

Leggi di più “Obbligo dei pneumatici invernali: una guida semplice”

Pulizia fari a Taranto: alcuni consigli per un’efficace pulizia

Fari opachi e ingialliti? Ecco a te 5 rapidi consigli per una efficace pulizia dei fari, mantenendo in perfetto stato le lenti della tua auto.

Leggi di più “Pulizia fari a Taranto: alcuni consigli per un’efficace pulizia”

compresssore

Il compressore e l’importanza per la nostra auto

Manutenzione delle gomme? Pulizia dell’auto? Piccoli lavoretti domestici? Patito del fai-da-te? La risposta a tutte le questioni è il compressore ad aria.

Leggi di più “Il compressore e l’importanza per la nostra auto”

Sicurezza in auto: i seggiolini per il bambino

La sicurezza in auto è un elemento imprescindibile per tutti, per i bambini tuttavia bisogna porre un’attenzione particolare. Di seguito le info che cerchi.

Ormai dal 2014 l’Unione Europea ha emanato regole più stringenti riguardo la sicurezza in auto e, più precisamente, riguardo il trasporto dei bambini.
La normativa “UN ECE R129 (i-Size)”, che di seguito approfondiremo, ha affiancato (e non abolito) la normativa “UN ECE R44” del 2004.

Leggi di più “Sicurezza in auto: i seggiolini per il bambino”

Michelin Anakee Adventures, il pneumatico che ama la città e il fuori strada

Michelin Anakee Adventures, pneumatici per maxi enduro vincenti sia sull’asfalto sia off-road. La tecnologia Michelin riscuote ancora successo su tutte le superfici.

I Michelin Anakee Adventures sono pneumatici di ultima generazione della celebre casa francese per maxi enduro.

Leggi di più “Michelin Anakee Adventures, il pneumatico che ama la città e il fuori strada”

pneumatici invernali

Pneumatici invernali e all seasons: cosa c’è da sapere

Pneumatici invernali: non sapevi che ogni anno dal 15 novembre scatta l’obbligo? Questo articolo ti toglierà dagli impicci se devi affrontare un viaggio o anche solo per circolare in città.

Stiamo per affrontare insieme le (importanti) differenze tra pneumatici invernali e all seasons. Guarderemo anche ai criteri utili per scegliere tra gli uni o gli altri. Procediamo!

Leggi di più “Pneumatici invernali e all seasons: cosa c’è da sapere”

manutenzione pneumatici

Manutenzione dei pneumatici: ecco 4 semplici consigli per mantenere le tue gomme sicure e performanti.

Se credi che garantire una corretta manutenzione dei pneumatici sia per te faticoso o dispendioso prova a leggere qui di seguito. Ti ricrederai!

Non ti sei mai curato della manutenzione dei tuoi pneumatici e vorresti cominciare a farlo, oppure te ne occupi da un po’ e semplicemente desideri un confronto con degli esperti nel settore? Di seguito troverai ciò che cerchi.

Leggi di più “Manutenzione dei pneumatici: ecco 4 semplici consigli per mantenere le tue gomme sicure e performanti.”